Proposta di legge #1

Mi sento di aiutare il governo Monti con questa proposta di legge (derivante dal regio decreto n.1393 del 1918).

Imposta sui cani

L’imposta è applicabile a tutti i possessori di cani fatta eccezione per:

  1. Cani guida per ciechi.
  2. Cani in uso all’esercito e forze di pubblica sicurezza.

Il cane deve essere regolarmente denunciato  all’ufficio municipale di appartenenza anche in caso di esenzione dell’imposta.
Le tariffe sono annuali sono divise per categorie:

  • 150€ per i cani di lusso o da compagnia.
  • 50€ per cani da caccia o da guardia.
  • 15€ per cani adibiti a custodia di greggi o per scopo commerciale.

Chiusura dei canili.

Ora facendo un conto rapido rapido in Italia abbiamo 6.900.000 cani (fonte: censimento animali governo italiano) prendendo come media 50€ a cane abbiamo 345.000.000€/ anno nelle casse dello Stato.

12 pensieri su “Proposta di legge #1

  1. Simone, sei fantastico!
    Aggiungerei una tassa di 1 euro per ogni defecazione in luogo pubblico e 10 euro se non appropriatamente raccolta dal proprietario dell’animale (si, il cane è un animale, anche se ormai vengono chiamati Giorgio, Laura o Gertude e vestiti griffati).

  2. Sono assolutamente d’accordo.
    E’ giusto che anche i possessori di cani comincino a pagare qualcosa per tutto il fastidio che danno.
    Il pericolo continuo di essere morsi, lo sporco che lasciano in giro, i loro latrati continui…. finalmente tutto ciò non passerà più impunito!
    Paolo

    • Caro Paolo, i cani emettono dei latrati per comunicare, noi bipedi parliamo e la maggior parte delle cose diciamo cose inutili e stupide.

      Se vogliamo parlare dei proprietari dei cani sono con te, ma lamentarsi per il “parlare” dei cani…

      • Salve Andrea,
        ti ringrazio per la risposta, vorrei puntualizzare che io non mi lamento del fatto che i cani “parlino” tra di loro, anche se onestamente dubito che possano dirsi cose più intelligenti dei bipedi (ma questa è una opinione totalmente personale, quindi contestabile), mi lamento solo che lo facciano a voce troppo alta. Quando questo avviene di notte potrebbe disturbare il riposo degli altri.
        Anche in questo caso chiamo quindi in causa i padroni che, a mio avviso, dovrebbero educare i cani affinché questi non diano fastidio. In alternativa potrebbero tenerli in una zona che non sia abitata.
        Un saluto
        Paolo

  3. Ok, io sono perfettamente d’accordo. Tuttavia ecco cosa accadrà:
    su 6.900.000 cani presenti in Italia, ne verranno denunciati 14, forse 16. Quindi, alla fine si avrà un introito pari a 800 euro. Non bisogna mai, mai dimenticare che tutto ciò deve essere applicato in Italia.
    Valter

  4. abito in un condominio pieno di cani e chi abbaia sono i signori condomini!!!penso che chiunque osi parlare male di un animale è perchè poco completo!!infelice e di una ignoranza tale da poter credere di essere meglio di loro!!

  5. Dai commenti che leggo mi sento di fare una controproposta. Facciamo pressioni sul Vaticano affinché finalmente venga alzato agli onori della santità … San Fido!!!
    – A differenza dei bipedi dicono solo cose sensate.
    – Sono loro e non ad esempio un figlio, a rendere COMPLETA la nostra vita.
    – Qualunque animale è meglio di qualsiase uomo.
    – etc. etc.
    Per Katia credo che i tuoi condomini siano in buona compagnia visto che dai dell’ignorante a persone che non conosci e che non mi pare abbiano utilizzato toni offensivi.

  6. pasqualino..non mi sembra di avere specificato se conosco o meno i signori condomini,ma se sei curioso..SI..li conosco tutti,sono persone che trovano fastidiosi i bimbi che giocano in cortile..non vogliono che i cani entrino in ascensore..e tante altre cose che non stò a elencare.ma credimi che un cane o un bambino non arriva alla casella della posta per rubare un libro o posta ingombrante..non volevo offendere ma soltanto dire che AVVOLTE gli animali sono meglio degli esseri umani..

  7. Ciao Paolo,
    un cane è un animale sociale, ossia ha necessità del suo branco, che non deve essere obbligatoriamente composto da suoi simili, il cane non fà alcuna differenza tra 2 o 4 zampe.
    Sono d’accordo con te che i maleducati sono i proprietari e non i cani, non è certo colpa loro se non sanno utilizzare il WC, ma le loro deiezioni gli sono necessarie per lasciare ad altri cani un segno che loro sono passati lì. Deve essere il proprietario a raccoglierle, non certo il cane a lui in fondo gli “scappa” e la fà!
    Io vivo in un condominio ho 3 cani che “abbaiano” solo quando necessita ovvero quando arriva un estraneo nel piazzale antistante, insomma sono i portieri del condominio.
    Io avevo problemi relazionale, con uno dei miei cani e sono andato da un istruttore cinofilo, con mia grande sorpresa il corso era destinato a me non al cane. Adesso dopo il corso “comunichiamo” in maniera splendida.

    Per Pasqualino, avere un animale sia esso un cane, un gatto, o qualsiasi altro animale, non completa la vita, ma semplicemente (a mio avviso) la rende migliore. Certo ci sono anche persone che ti salutano con un sorriso a 36 denti e poi ti mandano a cagare appena te vai, bhe questo un cane non lo fara’ mai, tu per il tuo cane sei il massimo e non ti tradirà mai.
    Ricorda non esistono cani cattivi, ma solo cattivi proprietari.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...